netcord

In alcuni ospedali italiani è possibile donare le cellule staminali cordonali, ossia provenienti dal sangue del cordone ombelicale, che vengono poi conservate presso apposite banche, dette banche cordonali, presenti sul territorio nazionale.
In Italia le banche pubbliche del sangue cordonale sono 19, e si attengono alla certificazione Fact-Netcord.
Sono infatti accreditate (Milano, Pavia, Treviso e Bologna), oppure si attengono ai medesimi criteri richiesti per l’accreditamento (le restanti 15 biobanche) così come permette l’accordo Stato-Regioni che norma la loro attività.

Lo standard FACT-NETCORD è il risultato della partnership istituita tra la società no profit FACT (International Society for Cellular Therapy e l’American Society for Blood and Marrow Transplantation) e il network delle banche del cordone NETCORD che propone linee guida altamente specifiche e dettagliate finalizzate alla creazione di uno standard di eccellenza per le pratiche mediche e di laboratorio attuate nelle Banche del Cordone Ombelicale.

Essere accreditati come banca cordonale riconosciuta dalla FACT-NetCord significa seguire norme di programmi sul trapianto delle cellule staminali attualmente riconosciute ufficialmente in tutto il mondo. Tale certificazione garantisce il miglior standard di qualità al mondo sulla conservazione del sangue cordonale. La fondazione inoltre promuove lo sviluppo e la ricerca e garantisce formazione pubblica e in ambito professionale. Ha un sistema ispettivo e di verifica che controlla le modalità di prelievo, trasporto e conservazione dei propri associati. Mediante la tipizzazione dell’HLA dei singoli campioni, i clinici riescono a individuare a livello internazionale le sacche compatibili per l’uso eterologo, permettendo il tempestivo riconoscimento del campione e il suo utilizzo in ambito terapeutico.

Il raggiungimento dell’accreditamento e l’ottemperanza a tutte le norme richieste, permette di costituire un sistema di qualità in grado di coinvolgere tutte le aree di interesse: dalla raccolta del sangue placentare fino ai singoli processi operativi del laboratorio di manipolazione.
L’ambito riconoscimento è rilasciato sia alle banche pubbliche sia alle strutture private dove è possibile la conservazione per uso autologo.

L’elenco ufficiale delle biobanche accreditate secondo questo standard è disponibile al link:

Elenco ufficiale banche affiliate

Per i riferimenti alle normative FACT-NetCord, segui il link:

http://www.factweb.org/forms/store/CommercePlusFormPublic/search?action=Publications

(Aggiornato al 12 giugno 2014)

Titolo articolo
Sangue cordonale: si dona solo nel 4% dei casi
Nuove norme per la sicurezza del sangue e degli emocomponenti
15 su 19 le banche cordonali italiane senza accreditamento internazionale Fact-NetCord
Staminali Cordonali. La situazione in Italia e in Europa
E dopo il prelievo? Seguiamo il campione all’interno del laboratorio
Banche del sangue cordonale: come è andato il 2013?
Approfondimento: Come e perché conservare il sangue del cordone ombelicale
Guida agli standard di qualità delle banche cordonali
Come scegliere un banca: prezzo e qualità